TUTORIAL REGISTAX VERSIONE 5

HO VOLUTO METTERE SU QUESTO MIO BLOG,ANCHE UN PICCOLO TUTORIAL DELLA VERSIONE 5 DI REGISTAX,DA PREMETTERE CHE,QUELLO CHE DESCRIVO QUI,E SOLO UNA PICCOLA PARTE DELLA FUNZIONALITA’ EFFETIVA DI QUESTO PROGRAMMA.
SU MOLTISSIME COSE SONO UGUALI ALLA VERSIONE 4,L’UNICA DIFFERENZA E CHE NELLA VERSIONE 5, TUTTI I BOX PER LE IMPOSTAZIONI DEI VARI SETTAGGI,NON LI ABBIAMO PIU’ IN ALTO MA A DESTRA IN UN FORMATO A TENDINA.
INANZI TUTTO,LA COSA PRINCIPALE E QUELLO DI PARTIRE CON UN FILMATO DI RIPRESA ABBASTANZA BUONO,PERCHE’ UN PROGRAMMA DI ELABORAZIONE PUO’, SI DARE UNA MANO,MA NON PUO’ FARE MIRACOLI.

IL TIPO DI ELABORAZIONE CHE SPIEGO IN QUESTO TUTORIAL, SI PUO’ FARE,ANCHE SUBITO DOPO AVER RIPRESO UN FILMATO PLANETARIO,OPPURE DURANTE UNA SERATA ASTRONOMICA,ANCHE PER RENDERSI CONTO SE LA SERATA E BUONA OPPURE NO.
IL TEMPO PER QUESTO PROCEDIMENTO DI ELABORAZIONE SI AGGIRA INTORNO AI TRE QUATTRO MINUTI, ANCHE MENO.(DIPENDE ANCHE DAL TIPO’ DI COMPUTER,E DA QUANDI FRAME REGISTAX DEVE ELABORARE,PER ESEMPIO SE DEVE ELABORARE 1300 FRAME CI VOGLIONO DAI 6 MINUTI A 8 MINUTI).

IMPORTANTE,DOVETE CLICCARE SU OGNI FOTO PER AVERE UN IMMAGINE INGRANDITA DEI VARI PROCEDIMENTI.
NON DIMENTICATELO.

INIZIAMO CON L’APRIRE IL PROGRAMMA REGISTAX:

DOPO APERTO VI COMPARE QUESTA FINESTRA.

1.jpg

COME POTETE VEDERE, ALLA SINISTRA C’E’ IL BOX DI ALLINEAMENTO,DOVE HO SCELTO 256, OTTIMO PER GIOVE E SATURNO E LA LUNA,
INVECE PER VENERE E MARTE,CONVIENE USARE UN BOX PIU’ PICCOLO COME 128.
ORA NELLA BARRA IN ALTO, (SE SI E RIPRESO UN FILMATO A COLORI) SI SPUNTA COLOR, A DESTRA INVECE SI SCELGONO SIA REGISTRATION GRAPH,CHE FFT GRAPH.PER QUANDO RIGUARDA IL RESTO PUO’ RIMANERE COSI’.
DOPO AVER FATTO QUESTE MODIFICHE, VI TROVERETE IN UNA SITUAZIONE DEL GENERE:

2.jpg
COME POTETE NOTARE SI SONO APERTE DUE FINESTRE UNO E REGISTRATIONGRAPH,E L’ALTRO E FFT GRAPH. A QUESTO PUNTO,DOBBIAMO
ANDARE A SINISTRA PER ALLARGARE IN ALTO LE 4 FINESTRE,QUELLE CON SCRITTO ( QUALITY SETTINGS,TRACKINGS SETTING,PROCESSINGS AREA,AUTO PROCESSING).COME POTETE VEDERE NELLA FINESTRA QUI SOTTO,CI SONO TRE FINESTRE APERTE,(QUALITY SETTINGS,TRACKINGS SETTING,E PROCESSINGS AREA),INIZIAMO A VEDERE A COSA SERVONO QUESTI TRE PARAMETRI.
IL PRIMO PARAMETRO,(PROCESSING AREA),COME SI VEDE NELLA FINESTRA QUI SOTTO,HA UNA SERIE DI IMPOSTAZIONI A PARTIRE DA 128 PIXEL FINO A 2048 PIXEL,QUESTI PARAMETRI INDICANO L’AREA TOTALE CHE REGISTAX SCEGLIE COME RIQUADRO DI ELABORAZIONE.
A QUESTO PUNTO SE RIPRENDIAMO I PIANETI POSSIAMO IMPOSTARLO ,(COME FACCIO SEMPRE IO),A 512 PIXEL,INVECE PER QUANDO RIGUARDA LA LUNA CONVIENE SCEGLIERE TRA 1024 PIXEL O 2048 PIXEL (MEGLIO 2048).
Image1.jpg
  ADESSO VEDIAMO A COSA SERVE IL SECONDO PARAMETRO (QUALITY SETTINGS),PERO’ PRIMA DOBBIAMO APRIRE UN FILE DA ELABORARE,PER FARE QUESTO DOBBIAMO CLICCARE SU SELECT IN ALTO A SINISTRA,E SCEGLIERE IL FILMATO,COME DIMOSTRA QUESTA
FOTO.
Image2.jpg
DOPO AVER APERTO IL FILMATO,VI SI PRESENTERA’ UN RIQUADRO COME QUESTO.
Image3.jpg
GIUNTI A QUESTO PUNTO,REGISTAX HA SCOMPOSSTO L’INTERO FILMATO,IN UNA SERIE DI FRAME.ORA SE VEDETE SOTTO C’E’ UNA BARRA ORIZZONTALE,CON UN CURSORE GIALLO, QUESTA BARRA RAPPRESENTA TUTTI I FRAME DEL FILMATO A PARTIRE DAL NUMERO 1 A SINSTRA FINO (NELL’ESEMPIO QUI SOTTO),AL NUMERO 1351 A DESTRA.IN BASSO ALLA BARRA ORIZZONTALE REGISTAX CI INDICA ANCHE CON LA SCRITTA
(SEMPRE NELL’ESEMPIO) FRAME (1): 1/1351.
QUESTO SIGNIFICA CHE STIAMO VEDENDO IL PRIMO FRAME DELLA SERIE DI 1351.
Image1.jpg
ORA FACENDO SCORRERE IL CURSORE LUNGO LA BARRA ,DOBIAMO CERCARE IL FRAME MIGLIORE E MENO DEGRADATO DAL SEEING,
FATTO QUESTO,PUNTIAMO CON IL MOUSE IL CENTRO DEL PIANETA,APPENA VI AVICINATE VI COMPARIRA UN RIQUADRO BIANCO,(A SECONDA DEL IMPOSTAZIONE FATTA SUL BOX DI ALLINEAMENTO,SPIGATO SOPRA),SARA DI DIMENSIONI PICCOLE O GRANDI,NELL’ESEMPIO DI QUESTO TUTORIAL VEDI FOTO SOTTO HO SCELTO IL BOX DI ALLINEAMENTO IMPOSTATO A 256.
CME POTETE SEMPRE VEDERE NELLA FOTO QUI SOTTO,COME FRAME MIGLIORE E’ STATO SCELTO IL NUMERO 536,INDICATO
IN BASSO AL CENTRO DALLA SCRITTA FRAME (536) E DAL CURSORE GIALLO CHE NELLA BARRA SI TROVA UN PO’ MENO DELLA META.
ADESSO CENTRATE USANDO IL BOX DI ALLINEAMENTO CHE VI COMPARE AVVICINANDOVI COL MOUSE SUL PIANETA,E CLICCATECI SU,
VI COMPARE ALLA FINE UNA FINESTRA COME QUESTA:
Image9.jpg
FINITO QUESTO PROCEDIMENTO,POTETE VEDERE CHE OLTRE AD COMPARIRE SULLA FINESTRA FFT SPECTRUM (VEDI FOTO SOPRA), UN IMMAGINE A FALSI COLORI, NELLA FINESTRA REGISTRATIONGRAPH COMPARIRA UN GRAFICO DI COLORE ROSSO,PIU’ SOTTO VI SPIEGHERO’ A COSA SERVE PRECISAMENTE IL GRAFICO ROSSO SULLA FINESTRA REGISTRATIONGRAPH,INTANTO RIPRENDIAMO IL DISCORSO LASCIATO IN SOSPESO PRIMA,CIOE’  A COSA SERVE IL SECONDO PARAMETRO (QUALITY SETTINGS),COME POTETE VEDERE QUI SOTTO REGISTAX METTE A DISPOSIZIONE UNA SERIE DI PARAMETRI PER L’ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI,(CLASSIC,HUMAN,COMPRESS,LOCAL CONTRAST,GRADIENT,GRADIENT2,BLURDIF).
I METODI CHE USO SEMPRE IO E O CLASSIC,O HUMAN,GLI ALTRI PARAMETRI NON LI HO MAI USATI,PER CUI POTETE A VOSTRO PIACIMENTO PROVARE A IMPOSTARE ANCHE GLI ALTRI PARAMETRI,E VEDERE CHE RISULTATI OTTENETE.
IN QUESTO TUTORIAL HO USATO IL METODO CLASSIC.
Image10.jpg
SEMPRE IN QUESTO PARAMETRO, DOBBIAMO IMPOSTARE  NELLA FINESTRA (LOWEST QUALITY),LA PERCENTUALE OTTIMALE.QUESTO PARAMENTRO INFATTI SERVE A REGISTAX PER SCEGLIERE LA PERCENTUALE DEI MIGLIORI FRAME A PARTIRE DAL PRIMO FRAME MIGLIORE CHE ABIAMO SCELTO,PRIMA DEL PROCEDIMENTO DI ALLINEAMENTO.QUI POSSIAMO IMPOSTARE 60% O MENO,SE IL SEEING IN FASE DI RIPRESA E PROPRIO SCARSO,OPPURE TRA 80% O 90% SE IL SEEING E OTTIMO.(NELL’ESEMPIO LO IMPOSTATO A 75%). (VEDI SOTTO).
Image10.jpg
ADESSO VEDIAMO COSA DOBBIAMO IMPOSTARE SUL TERZO PARAMETRO,(TRACKING SETTINGS),QUI POSSO DIRVI DI LASCIARE TUTTO
COME STA’,CIOE’ CON I PARAMETRI DI DEFAULT.(COME POTETE VEDERE NELL’IMMAGINE SOTTO CON LA SPUNTA SU TRACK OBJECT E 0,70
NELLA FINESTRA MISALIGN DETECTLEVEL).
 
Image11.jpg
A QUESTO PUNTO VEDIAMO IL QUARTO E ULTIMO PARAMENTRO CHE DOBBIAMO IMPOSTARE,CIOE’ (AUTO-PROCESSING),COME POTETE VEDERE NELL’IMMAGINE SOTTO SI DEVO SPUNTARE TUTTE LE IMPOSTAZIONI.
Image12.jpg
VOGLIO RIPRENDERE QUI IL DISCORSO RIGUARDANTE IL PARAMETRO (QUALITY SETTINGS), E A COSA SERVE IL GRAFICO DI COLORE ROSSO COMPARSO SU REGISTRATIONGRAPH,(FINESTRA IN BASSO A DESTRA),CLICCANDO NELLA BARRA POSIZIONATA
IN VERTICALE A SINISTRA NEL CENTRO,(QUALITY SETTING),SI APRE UN RIQUADRO DOVE CI SONO UN PO’ DI PARAMETRI,VEDIAMOLI UNO ALLA VOLTA.(VEDI FOTO SOTTO).
Image13.jpg
COME POTETE VEDERE A DESTRA SU QUALITY FILTER LE IMPOSTAZIONI SONO SU CLASSIC 1 A START E 4 A WIDTH,E SU HUMAN 4 A START.SOTTO SU COMPRESSION E IMPOSTATO SU 60,GRADIENT E IMPOTATO SU 2,INVECE BLURDIF E IMPOSTATO SU 4.
QUELLO CHE CI INTERESSA A NOI SONO LE IMPOSTAZIONI DA DARE SIA SU CLASSIC CHE SU HUMAN.
ADESSO VI SPIEGO A COSA SERVE LE FINESTRE START E WIDTH DI CLASSIC,PERO’ DOBBIAMO RITORNARE SULLA FINESTRA REGISTRATIONGRAPH,IN BASSO A DESTRA,(NELLA FOTO SOPRA),SE VEDETE OLTRE A COMPARIRE UN GRAFICO ROSSO,C’E’ ANCHE UNA FINESTRA DI COLORE VERDE A RIGHE,IL GRAFICO ROSSO INDICA L’ANDAMENDO DELLA SEQUENZA DEI FRAME,INVECE IL GRAFICO DI COLORE VERDE E UNA FINESTRA CHE POSSIAMO MODIFICARE CAMBIANDO SUI PARAMETRI DI CLASSIC (NELLA FINESTRA DI DESTRA
QUALITY FILTER) MODIFICANDO SIA START CHE WIDTH.
QUI SOTTO VI POSTO UN ESEMPIO:
Image14.jpg
IN QUESTO ESEMPIO SU CLASSIC HO IMPOSTATO 8 SU START LASCIANDO INVARIATO WIDTH,E SE VEDETE NELLA FINESTRA REGISTRATIONGRAPH LA FINESTRA DI COLORE VERDE A GRIGLIE SI E SPOSTATO A DESTRA.
VEDIAMO ORA COSA SUCCEDE SE MODIFICHIAMO ANCHE IL PARAMENTRO DI WIDTH:
Image16.jpg
 COME SI PUO’ NOTARE,MODIFICANDO WIDTH (QUI SOPRA IMPOSTATO A 9),LA FINESTRA VERDE SI E ALLARGATA.
A QUESTO PUNTO POSSIAMO DIRE CHE MODIFICANDO START LA FINESTRA VERDE SI SPOSTA,INVECE SE MODIFICHIAMO WIDTH
LA FINESTRA VERDE SI ALLARGA,A COSA SERVE TUTTO CIO’ ,POTETE DIRE,SE VI RICORDATE SU REGISTRATIONGRAPH COMPARE UN
GRAFICO DI COLORE ROSSO,VEDI LA FOTO SOTTO),A QUESTO PUNTO TUTTO CIO’ SERVE PERCHè DOBBIAMO FAR COMBACIARE LA FINESTRA DI COLORE VERDE GRIGLIATO,SUL GRAFICO ROSSO,IN MODO TALE CHE LA PARTE INIZIALE SI TROVI PROPRIO ALL’INIZIO DEL
GRAFICO ROSSO E LA PARTE FINALE APPENA IL GRAFICO ROSSO ARRIVI A FONDO SCALA.
RIPRENDENDO L’ESEMPIO,I PARAMETRI MIGLIORI SONO START IMPOSTATO A 1 E WIDTH IMPOSTATO A 4 (VEDI FOTO SOTTO).
Image17.jpg
QUESTO PROCEDIMENTO SI USA SOLO SE SCEGLIAMO COME METODO DI ELABORAZIONE (FINESTRA QUALITY SETTING) IL METODO CLASSIC.
PER QUANDO RIGUARDA INVECE GLI ALTRI PARAMETRI (VEDI FOTO SOPRA),CIOE’ HUMAN,COMPRESSION GRADIENT E BLURDIF POTETE LASCIARLI COME  VALORI DI DEFAULT,COSI’ COME SI TROVANO.
A QUESTO PUNTO RITORNATE SU ALINGMENT OPTIONS E CLICCATE  SU ALING.
QUESTA OPZIONE FA FARE A REGISTAX UNA SCANSIONE DI TUTTI FRAME PARTENDO DAL FRAME SELEZIONATO,ALLA FINE DI QUESTO PROCEDURA,REGISTAX HA MESSO IN ORDINE TUTTI I FRAME SCANSIONATI DAL MIGLIORE AL PEGGIORE,COME POTETE VEDERE  NELLA BARRA IN BASSO,SE SPOSTATE IL CURSORE GIALLO,I FRAME SONO NUMERATI DIVERSAMENTE E NON PIU’
IN ORDINE,QUESTO SIGNIFICA CHE ADESSO ABBIAMO TUTTI I FRAME GIA MESSI IN ORDINE DAL MIGLIORE AL PEGGIORE,ADESSO POSSIAMO CLICCARE SU  ALING.
REGISTAX INIZIA COSI’ AD ALLINEARE TUTTI I FRAME,PARTENDO DAL PRIMO FRAME CHE ABBIAMO SCELTO,(IN QUESTO CASO IL FRAME 536).
POTETE VEDERE IL PROCESSO DI ALLINEAMENTO NELLA BARRA IN BASSO A SINISTRA IN PERCENTUALE,COME DIMOSTRA LA FOTO QUI SOTTO,SE NOTATE IN BASSO A SINISTRA SOPRA START SI TROVA AL 6%.
Image18.jpg
ALLA FINE DEL PROCESSO DI ALLINEAMENTO,REGISTAX VI MOSTRA UN RIQUADRO COME QUESTO:
Image19.jpg

QUI GIA POSSIAMO SAPERE MOLTE COSE.
L’ANDAMENTO DEL GRAFICO NELLA FINESTRA (REGISTRATIONGRAPH),FA VEDERE L’ANDAMENTO DEI MIGLIORI FRAME,SCELTI DA REGISTAX
IN BASE AL PRIMO FRAME CHE ABBIAMO SCELTO NOI ALL’INIZIO.
NELLA BARRA IN BASSO,SI VEDE ANCHE CHE IL CURSORE E POSIZIONATO SUL FRAME NUMERO 1350(VEDI FOTO SOPRA),A PARTIRE DA QUI TUTTI I FRAME CHE SI TROVANO A SINISTRA DEL CURSORE SONO I MIGLIORI,TUTTI QUELLI A DESTRA I PEGGIORI.
SOTTO QUESTA BARRA SEMPRE AL CENTRO C’E’ LA SCRITTA (STACKSIZE 1350/1351) LOW QUALITY 86,3%, SIGNIFICA CHE TRA TUTTI
I 1351 FRAME,SONO STATI SELEZIONATI SOLAMENTE I MIGLIORI 1350,E CHE LA QUALITA E DEL 86%.
GIUNTI FINO A QUI,SI PUO’ DECIDERE SE SI VUOLE ELABORARE TUTTI I 1350 FRAME OPPURE SELEZIONARLI ANCORA,SPOSTANDO IL
CURSORE GIALLO A SINISTA.
COME POTETE VEDERE NELLA FOTO SOTTO,HO SCELTO DI ELABORARE SOLAMENTE 1100 FRAME.

Image20.jpg

IL RISULTATO DELL’ULTERIORE SELEZIONE,OLTRE AD AVER DIMINUITO I FRAME DA ELABORARE,HO OTTENUTO ANCHE UN MIGLIORAMENTO
DELLA QUALITA’,INFATTI SE LEGGETE IN BASSO AL CENTRO (GUARDATE LA FOTO DI SOPRA), SU LOW QUALITY NON E’ PIU’ IL 86,3% MA E AUMENTATO AL 89,7%,UN BUONISSIMO RISULTATO.
ADESSO DOVETE CLICCARE SU LIMIT IN ALTO A SINISTRA E REGISTAX VI PORTERA SULLA SEGUENTE FINESTRA:

Image21.jpg

QUI,SIAMO GIUNTI ALLA FASE CENTRALE PROPRIO DELL’ELABORAZIONE,DOBBIAMO SOLAMENTE IMPOSTARE SULLA PARTE SINISTRA I VARI
SETAGGIO,(PRENDENDO L’ESEMPIO DELLA FOTO SOPRA,POTETE VEDERE A SINISTRA I SETTAGGI CHE HO IMPOSTATO, USATE GLI STESSI VALORI).
DOPO AVER IMPOSTATO QUESTI VALORI,CLICCATE IN ALTO A SINISTRA SU OPTIMIZE & STACK,VI COMPARIRA LA FINESTRA SEGUENTE:

Image22.jpg

QUI REGISTAX HA INIZIATO A FARE L’OTTIMIZZAZIONE DEI 1100 FRAME,POSSIAMO VEDERE IL PROCESSO GUARDANDO LE DUE IMMAGINI
SULLO SCHERMO , L’IMMAGINE DI DESTRA CON SCRITTO REFERENCE,E QUELLA DI RIFERIMENTO,INVECE L’ALTRA CON SCRITTO CURRENT,E L’IMMANGINE CHE STA ELBABORANDO.
ABBIAMO ANCHE LA POSSIBILITA’ DI SEGUIRE L’ANDAMENTO DEL PROCESSO IN PERCENTUALE,VEDENDO LA BARRA SOTTO A SINISTRA,
SOPRA START.(NEL ESEMPIO,DELLA FOTO DI SOPRA SI TROVA AL 8%).
QUANDO FINISCE LA FASA DI OTTIMIZZAZIONE,REGISTAX INIZIA SUBITO LA FASE DI STACK,COME SI PUO’ VEDERE NELLA FOTO SEGUENTE:

Image23.jpg

QUI SI TROVA GIA AL 86% DELL’ELABORAZIONE.
DOPO AVER FINITO QUESTO PASSAGIO,REGISTAX VI PORTA DIRETTAMENTE ALLA FASE SUCCESSIVA(L’ELABORAZIONE CON I WAVELET)
COME SI PUO’ VEDERE NELLA FOTO SOTTO:

Image24.jpg

IN QUESTO RIQUADRO,A DESTRA TROVIAMO I COMANDI DEI LIVELLI,NE SONO SEI,I PRIMI DUE EVIDENZIANO O SOPPRIMONO I DETTAGLI
PIU’ FINI (COME I PIXEL RUMOROSI),MENTRE AGENDO SUI LIVELLI 5 E 6 SI EVIDENZIANO O SOPPRIMONO I DETTAGLI MOLTO PIU’ GRANDI.
UN MIO CONSIGLO,COME FACCIO SEMPRE IO,E QUELLO DI INIZIARE A SPOSTARE IL LIVELLO 3 O 4 PER VEDERE QUALI DETTAGLI SI INIZIANO A VEDERE,MA QUESTO E SOLO UN SUGGERIMENTO.
SECONDO IL TIPO DI RIPRESA ED ELABORAZIONE,SI DEVONO USARE I LIVELLI GIUSTI,FINO AD OTTENERE UN IMMAGINE BUONA,RIPRENDENDO L’ESEMPIO DIMOSTRATIVO,COME SI PUO’ VEDERE NELLA FOTO SEGUENTE,HO SPOSTATO SOLAMENTE TRE LIVELLI:

Image25.jpg

IL LIVELLO 1 PORTANDOLO A 20,8,IL LIVELLO 3 PORTANDOLO A 80,4,E IL LIVELLO 6 PORTANDOLO A 14,0.(COME SI PUO’ GIA NOTARE,
GIOVE E PIENO DI PARTICOLARI).
LA FASE SUCCESSIVA A QUESTO PUNTO E QUELLO DI ANDARE AD APRIRE LA FINESTRA DEL GAMMA,SI TROVA NELLA PARTE DESTRA
IN ALTO,NELLA TENDINA FUNCTIONS,IN MEZZO A HISTOGRAM E COLOUR MIXING,CLICCATECI SU,SI APRIRA QUESTA FINESTRA:

Image26.jpg

QUESTO FILTRO, A PRIMA VISTA, SEMBRA CHE AUMENTANDOLO, L’IMMAGINE DIVENTA PIU’ LUMINOSA,INVECE DIMINUENDOLO DIVENTA PIU’ SCURA.
IN REALTA’ LA FUNZIONE GAMMA AGISCE IN MANIERA MOLTO PIU’ SOTTILE,PER ESEMPIO SE PROVATE A UTILIZZARE LA FUNZIONE GAMMA
DI UN QUALUNQUE SOFTWARE PER L’IMAGE-PROCESSING COME PHOTOSHOP,NOTERETE CHE LE PARTI DELL’IMMAGINE PIU’ LUMINOSE E PIU’ SCURE RESTANO INALTERATE,MENTRE LA LUMINOSITA’ DELLE ZONE INTERMEDIE VARIA NOTEVOLMENTE.
UN ALTRO GRANDE VANTAGGIO DELLA RIDUZIONE DEL GAMMA (COMBINATA CON UN MASCHERA SFOCATA O UN TRATTAMENTO WAVELET)
STA NEL FATTO CHE SI PUO’ OTTENERE IL MASSIMO CONTRASTO SUI DETTAGLI FINI SENZA CHE IL BORDO PLANETARIO VENCA CANCELLATO O L’EQUATORE PLANETARIO VENGA SOVRAESPOSTO.
(PER FAR CAPIRE MEGLIO LA FUNZIONE DEL GAMMA, HO MESSO QUI SOTTO DUE FOTO CON DIFFERENTI INPOSTAZIONI)

QUESTA PRIMA FOTO SOTTO E LA BASE DI PARTENZA,SENZA NESSUNA MODIFICA.

Image26.jpg
LA FOTO SEGUENTE INVECE E IL RISULTATO,DOPO AVER SPOSATO DI PARECCHIO IL GAMMA,(COME SI PUO’ ANCHE VEDERE DALLA FINESTRA A DESTRA).
Image27.jpg

NATURALMENTE IL GAMMA DELLA FOTO SOPRA E STATO SPOSTATO ESAGERATAMENTE,MA SE CONFRONTATE LE DUE IMMAGINI,NOTERETE CHE SENZA USARE IL GAMMA L’IMMAGINE E SI PIU’ LUMINOSA MA LE BANDE SONO MENO CONTRASTATE,IN CONFRONTO ALL’IMMAGINE
CON L’USO DEL GAMMA,(SI E’ PIU’ SCURO,MA SIA LE BANDE CHE LA MACCHIA ROSSA E PIU’ EVIDENTE),NATURALMENTE PER
FARVI CAPIRE LA FUNZIONALITA’ DEL GAMMA HO VOLUTO ESAGERATAMENTE AUMENTARLO,MA SI DEVE SEMPRE TROVARE UN BUON COMPROMESSO, ANCHE USANDO QUESTO FILTRO.

DOPO AVER SETTATO ANCHE IL GAMMA,DOBBIAMO ANDARE A CLICCARE SU DO ALL (QUESTO E’ IMPORTANTE,NO DIMENTICARVI MAI DI FARLO COME SI VEDE IN QUESTA FOTO (COLORATO IN GIALLO).

Image28.jpg

ORA DOBBIAMO ANDARE A CLICCARE SU FINAL IN ALTO AL CENTRO,UN PO’ SPOSTATO A SINISTRA.
COME SI VEDE NELLA FOTO CHE SEGUE E DI COLORE BLU.

Image29.jpg

QUI LA FUNZIONE CHE PIU’ CI INTERESSA E LA POSSIBILITA’ DI POTER RUOTARE L’IMMAGINE,PER FARE CIO’ REGISTAX CI DA DUE
POSSIBILITA’,SE VEDETE A DESTRA UN PO’ IN ALTO C’E’ UN CERCHIO COL TRIANGOLO ROSSO,QUESTO E LA PRIMA SCELTA,
PERO’ PER SPOSTAMENTI PICCOLI QUESTO SISTEMA E UN PO’ DIFFICILE,PER CUI UN ALTRO SISTEMA E IL SEGUENTE,SOPRA IL CERCHIO
CI SONO DUE CURSORI UNO A DESTRA E UNO A SINISTRA,CLICCANDO SULLE FRECCE DI OGNI CURSORE SI HA UNO SPOSTAMENTO PICCOLO,QUESTO E MOLTO UTILE PER I MICRO SPOSTAMENTI.
COME ESEMPIO SI PUO’ VEDERE NELLA FOTO SOTTO DOVE HO USATO SOLAMENTE IL CURSORE DI SINISTRA,PORTANDOLO  DA 0 (IMPOSTAZIONE INIZIALE) A 9.

Image30.jpg

A QUESTO PUNTO ABBIAMO FINITO LA NOSTRA ELABORAZIONE,E NO CI RESTA CHE SALVARE IL TUTTO,ANDANDO A CLICCARE SU SAVE
IMAGE IN BASSO A SINISTRA,SOPRA START,COME DIMOSTRA LA FOTO SEGUENTE.

Image31.jpg

IL MIO CONSIGLIO E QUELLO DI SALVARE IL TUTTO IN TIFF A 16 BIT RGB,POI SI PUO’ SEMPRE MODIFICARLO,SALVANDOLO IN ALTRI FORMATI.
PER CONCLUDERE DEVO DIRE CHE TUTTE LE IMPOSTAZIONI CHE HO ELENCATO SU QUESTO TUTORIAL E DA PRENDERE COME BASE DI PARTENZA,NATURALMENTE COME HO GIA DETTO ALL’INIZIO,QUESTO SISTEMA DI ELABORAZIONE VELOCE LO USO PROPRIO DOPO AVER RIPRESO UN FILMATO,DURANTE UNA SERATA ASTRONOMICA.
POI’ CON CALMA E CON PIU’ TEMPO LIBERO,SI POSSONO VALUTARE MEGLIO TUTTE LE ALTRE IMPOSTAZIONI.
SPERO CHE QUESTO TUTORIAL SIA STATO UTILE A MOLTI DI VOI,E PER CONCLUDERE,POSTO QUI SOTTO UN ESEMPIO, DOVE C’E’ UN IMMAGINE DI GIOVE INIZIALE,PRIMA DELL’ELABORAZIONE,A SINISTRA,E FINALE DOPO L’ELABORAZIONE CON LA PROCEDURA  SPIEGATA IN QUESTO TUTORIAL A DESTRA.

Image41.jpg

(P. S. SE QUALCUNO HA DELLE DIFFICOLTA NEL VEDERE LE FOTO,PUO’ DIRMELO CORTESEMENTE SCRIVENDOMI A QUESTA E-MAIL,DOVE POTETE RICHIEDERMI ANCHE UNA COPIA DI QUESTO TUTORIAL IN FORMATO ZIP O PDF LASCIANDOMI UNA VOSTRA E-MAIL,PER LA SPEDIZIONE. (GIULIOBAS@TIN.IT).

 

              AGGIORNAMENTO SU  ALTRE OPZIONI DI REGISTAX  VERSIONE 5.

(FINALMENTE HO MESSO ANCHE QUESTI AGGIORNAMENTI IN FORMATO PDF,SE QUALCUNO LO VUOLE,BASTA CHE MI MANDA UN E-MAIL A QUESTO INDIRIZZO GIULIOBAS@TIN.IT E VE LO MANDO COME ALLEGATO).

QUESTA OPZIONE MOLTO IMPORTANTE, LO SCOPERTO DA POCO,SAREBBE UN PASSO DA FARE,PRIMA CHE SI CLICCA SU ALING,PER FARGLI FARE L’ALLINEAMENTO DEI FRAME. SAREBBE QUELLO DI CLICCARE SU SCAN FRAME (VEDI FOTO SOTTO CERCHIATO DI BIANCO).

scienza,foto,astronomia

QUESTA OPZIONE FA FARE A REGISTAX UNA SCANSIONE DI TUTTI I FRAME (NATURALMENTE PARTENDO SEMPRE DAL MIGLIOR FRAME CHE ABBIAMO SELEZIONATO ALL’INIZIO),E ALLA FINE DELLA SCANSIONE LI METTE IN ORDINE DAL MIGLIOR FRAME AL PEGGIORE, A QUESTO PUNTO PROSEGUITE SEGUENDO IL TUTORIAL NEL PUNTO DOVE DICE DI CLICCARE SU ALING, E PROSEGUIRE FINO IN FONDO.

 HO LETTO SU ALCUNI FORUM CHE REGISTAX NON SUPPORTAVA FILE DA 2 GB O MAGGIORI IN QUESTA VERSIONE LA SITUAZIONE E’ STATA AGGIORNATA,PER CUI SI PUO’ USARE FILE DA 2 GB O MAGGIORE,BASTA SELEZIONARE NEL RIQUADRO IN ALTO A DESTRA (DOVE C’E’  SCRITTO USE EXTENDED MODE), AVI >2 GB,COME ESEMPIO VEDETE LA FOTO CHE POSTO QUI SOTTO DOVE  LO EVIDENZIATO CON UN CERCHIO.

                                                                     

Image4.jpg

 

UN ALTRA OPZIONE INTERESSANTE, CHE SI PUO’ USARE ALLA FINE DEL PROCESSO DI ALLINEAMENTO ,STACK E OPTIMIZE,QUANDO CI TROVIAMO NELLA FINESTRA DEI WAVELET,E’ L’OPZIONE DENOIS/DERING.QUESTA OPZIONE CHE TROVIAMO NELLA FINESTRA FUNCTIONS,CHE NELLA FOTO QUI SOTTO SI PUO’ VEDERE DI COLORE GIALLO A DESTRA, CLICCANDOCI SOPRA,SI APRE UNA FINESTRA COME QUELLA CHE SI VEDE SEMPRE NELLA STESSA FOTO.QUI CI SONO TRE PARAMETRI,SELEZIONADO UNO DI QUESTI PARAMETRI O TUTTI E TRE,E SPOSTANDO I CURSORI DA SINISTRA A DESTRA,SI ELIMINANO ALCUNI ERRORI COME ANTIESTETICI PUNTINI O ALTRE IMPERFEZIONI,E OTTENERE UN IMMAGINE PIU’ SOFT.PER FARE UN ESEMPIO SI AVVICINA UN PO’ AL OPZIONE NOISE NINJA DI PHOTOSHOP.

 

Image1registax.jpg

                                                          

PUO’ CAPITARE,CHE ALLA FINE DELLA SOMMA,ED ELABORAZIONE DEI VARI FRAME CI TROVIAMO UN IMMAGINE DEL PIANETA CON DEI COLORI NON ALLINEATI, MOLTO BENE,SI PUO’ RIMEDIARE SEMPRE ALLA FINE QUANDO CI TROVIAMO NELLLA FINESTRA DEI WAVELET. SEMPRE NELLA FINESTRA FUNCTION C’E’ L’OPZIONE RGB ALIGN (EVIDENZIATO NELLA FOTO QUI SOTTO DI COLORE GIALLO),CLICCANDOCI SU, SI APRE UNA FINESTRA (COME SI VEDE SEMPE NELLA FOTO SOTTO),QUI CI SONO 2 OPZIONI,HO USARE LE FRECCE IN MODO MANUALE,OPPURE USARE LE FINESTRE X POSITION Y POSITION,DOVE METTERE I VARI PARAMETRI PER SPOSTARE GLI ASSI PER CORREGERE E RIALLINEARE I COLORI.(SOPRA NELLA STESSA FINESTRA CI SONO TRE OPZIONI SHOW AREA,MOVE AREA,DEFINE AREA,SELEZIONADO UNA DI QUESTE OPZIONI O TUTTI E TRE SI OTTENGONO DIVERESE MODIFICHE PER RIALLINEARE O CORREGERE I DIVERSI COLORI O DOMINANTI,NATURALMENTE SI DEVE PROCEDERE SEMPRE PER TENTATIVI,FINI A QUANDO SI OTTIENE UN IMMAGINE ABBASTANZA BILANCIATA).

 

Image2.jpg

 

 

Ho deciso di trasformare questo tutorial,anche in formato video,oltre che in formato Pdf,che molti di voi già mi avete richiesto,questo per aggevolare di più l’uso di questo software,per le elaborazioni planetarie,naturalmente il tutorial in formato PDF e sempre disponibile,ma adesso con il formato video,la cosa e più visuale,e nello stesso tempo molto più facile vedre in diretta tutti i passaggi.Prima di postare sotto tutti  e tre i video volevo avvertirvi che in qualche occasione nel parlare avro fatto degli errori e qualche imppapinamento,non tenetene conto l’importante e più il vedere  che il sentire. Sperando che quest’altro regalo sia di vostro gradimento e nello stesso tempo  essere utile a tuttivi saluto.

Qui sotto c’è la prima parte del filmato dal titolo (TUTORIAL DI ELABORAZIONE PLANETARIE CON REGISTAX v.5).

 

 

 

 

 QUI SOTTO LA SECONDA PARTE:

 

 

 QUI SOTTO INVECE C’E’ LA TERZA PARTE:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     

 

 

TUTORIAL REGISTAX VERSIONE 5ultima modifica: 2009-11-10T15:29:00+00:00da gioveluna1
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “TUTORIAL REGISTAX VERSIONE 5

  1. These are actually wonderful ideas in regarding blogging.
    You have touched some nice factors here. Any way keep up wrinting.

    Also visit my weblog: office cheap

  2. I was suggested this web site by my cousin. I’m not sure whether this
    post is written by him as no one else know such detailed
    about my difficulty. You are amazing! Thanks!

  3. Of course, what a splendid site and informative posts,
    I definitely will bookmark your blog.Best Regards!

  4. Do you mind if I quote a couple of your posts as long as
    I provide credit and sources back to your website? My blog is in the exact same nicdhe as yours and
    my visitors wojld genuinely benefit from some of the information you present
    here. Please let me know if this ok with you.
    Many thanks!

    • Gladly can safely use the notions or else to add in his blog or website.
      Best Regards and Merry Christmas.
      Mr Giulio Basti.

  5. Hello.This post was really fascinating, especially since I was browsing for thoughts on this subject last Saturday.

I commenti sono chiusi.